Fiori e Piante da frutto

Piante e Animali Perduti prima di tutto è mondo verde.

E’ il ritrovo per gli appassionati di giardinaggio di tutta Italia, è la kermesse di fine settembre a Guastalla dedicata ai fiori, alle essenze vegetali e alle piante da frutto.

Questa è l’anima che ha segnato la mostra mercato connotando Piante e Animali Perduti come la fiera dei fiori fin dal primo anno. Poi, crescendo, lo spazio dedicato ai tanti produttori di eccellenze enogastronomiche selezionate ha ottenuto intere vie. Tuttavia l’anima del giardinaggio ancora prevale nell’attenzione dei visitatori e il profumo dei fiori assieme alla fantasia di colori che a ogni angolo della vecchia Guastalla ti appare davanti all’improvviso: è un’emozione da provare e riprovare tornando ogni anno.

Piante e Animali Perduti è un appuntamento immancabile per chi ama il verde, per professione o per hobby.

Tanti tra i migliori vivaisti italiani espongono qui il meglio delle loro coltivazioni autunnali e tardo estive e accolgono con interesse le domande dei visitatori prodigandosi in consigli e trucchi del mestiere. Guastalla quindi è ancora di più occasione di incontro, di crescita, di informazione.

Nelle vie del centro destinate al mondo vegetale, principalmente lungo l’antica via Garibaldi con i suoi caratteristici portici rinascimentali  e nella grande piazza Mazzini, è tutta una bordura di fiori, una finissima cascata di tonalità cromatiche diverse, intervallata da viti e piante da frutto che spezzano l’armonia delle piante basse innalzandosi verso l’alto, verso gli occhi dei portici. Proprio questo felice connubio tra architetture dei secoli passati e bellezza vegetale è uno dei tanti ricordi che i visitatori si portano a casa volentieri.

Impossibile elencare tutte le tipologie di fiori presenti: si va dalle rose alle orchidee con tutto il paradiso floreale che sta in mezzo senza dimenticare lo straordinario panorama delle erbacee, anch’esse spesso con fiori di grande eleganza e talvolta, invece, di una semplicità ammiccante. E ogni anno è uno spettacolo diverso perché chi è stato selezionato per esporre a Piante e Animali Perduti vuole stupire, vuole affascinare. E ci riesce.

C’è chi l’ha ribattezzata Fiera dei frutti perduti fondendo assieme parole del nome ma non è del tutto sbagliato perché proprio qui si possono trovare espositori vivaisti che hanno riscoperto, a volte proprio fisicamente ritrovato, antiche specie di alberi da frutto, le hanno salvate dall’oblio e le ripropongono per i nostri giardini e frutteti amatoriali. La varietà di frutti antichi presenti a Piante e Animali Perduti non teme confronto, così come la serietà, competenza e lunga tradizione dei tanti espositori. che la rendono viva.

Ma un grazie particolare va a che visita Guastalla nell’ultimo fine settimana di settembre di ogni anno, con continuità e piacere: sono quelli i nostri amici. Grazie a voi, cultori del verde domestico e della natura!

fotografie di Daniele Daolio

Guarda il programma 2018 !Clicca qui