Se anche tu, da piccolo, ti incantavi nelle piroette delle trottole di legno, allora vieni a trovare lo stand “Energia Ludica”, a Piante e Animali Perduti in centro storico a Guastalla, il 29 e 30 Settembre 2018. Giochi antichi, dimostrazioni dal vivo e ovviamente tantissime trottole saranno lì ad aspettarti!

Alberto Segale e il suo furgoncino incantato riusciranno a farti tornare indietro nel tempo, alla tua infanzia e alle sfide con le trottole (rigorosamente di legno) insieme agli amici di una volta, ma anche macchinine, hockey su tavola, flipper artigianali e molto altro!

Vuoi provare?

Allora immergiti nella magica storia del “Trottolaio Matto”, alias Albero Segale, in attesa di giocare con lui a Piante e Animali Perduti.

Alice e il Trottolaio Matto a Piante e Animali Perduti

Alberto Segale e il suo Ludobus: la ludoteca dei giochi di una volta.

Una trottola è un pezzo di legno che gira. Una cosa abbastanza semplice. Eppure incanta tutti.

Una trottola è anche metafora delle nostre vite, da bambini, adulti o anziani.

Nel mio lavoro di educatore di strada ho utilizzato diversi strumenti, fino a quando non ho trovato il mio: il gioco.

Da allora (e sono quasi vent’anni) giro le piazze, cortili e strade con il mio Ludobus, la ludoteca dei giochi di una volta. Ma non ho usato trottole fino al 2010. Non vi è un motivo particolare, forse nella cultura in cui sono cresciuto erano già un po’ svanite.

Quando le ho scoperte è stato amore a prima vista, ma non per la loro bellezza o eleganza nel girare, quanto nella capacità di ciascuna trottola di andare in mano ad una bambina, mamma o nonna e risvegliare una coscienza ludica. Una famiglia felice lo è se i genitori sono felici. E giocare mi sembra un buon modo per esserlo.

Ero già falegname, quasi esclusivamente ludico, ma la tornitura mi mancava. Dove sono cresciuto si facevano mobili, ma senza tornio. Ma sono sempre stato un tipo cocciuto. E così chiedi, chiedi e ancora chiedi e trovi la persona giusta che ti insegna. E nasce la prima trottola. Da allora sono nate trottole di tutti i tipi, dalle classiche a quelle più strane, che si ribaltano, che brillano, che saltano, che diventano fiori, che combattono e chissà quante altre.

Nel frattempo sono diventato padre e se prima questo lo facevo solo per me, ora è tutto diverso, e attraverso le trottole mi piacerebbe che Alice scoprisse la differenza dal mondo analogico e quello digitale, e che sappia scegliere in coscienza la sua strada. E così mi aiuta a scrivere una Storia, quella di Alice e il Trottolaio Matto, che racconterà delle sue avventure della sua vita da trottola, mi aiuta a portarle in giro, per il momento le mette in bocca e le morde, le guarda girare e le ferma, ma alla fine mi guarda e sorride. Per questo faccio il trottolaio.

Essere Artigiano

Nella mia bancarella è vietato non toccare. E’ vietato scegliere in fretta.

Non esiste il: “Me ne dia una qualunque”. Ma esiste il: Tutto si può fare!

Oltre alle trottole cerco (non sempre mi danno la corrente) di portare il tornio per dimostrare dal vivo come si fanno le trottole. Mi piace pensare che qualcuno possa pensare: “Caspita, quasi quasi ci provo anch’io!”. E oltre al tornio “vero” c’è anche quello per bambini dove possono colorare e costruire la propria trottola. Una bancarella dove innanzitutto giocare e divertirsi.

Il legno delle trottole arriva in parte dagli scarti di segherie o falegnamerie di piccoli artigiani, in parte da legname di foreste certificate. Per ogni anno da trottolaio ho piantato un acero, la pianta che uso di più e siamo a 8.

Energia Ludica

Energia Ludica è l’associazione che ho creato con amici e la mia famiglia per portare in giro il progetto di educazione ludica.

Alice e il Trottolaio Matto è il mio hobby, anche se spesso i due progetti si contaminano. E così capita che porti la bancarella con la ludoteca e la Super Pista delle trottole (15 metri).

Le Trottole di Alice

I nomi delle trottole sono di bambini e bambine che esistono davvero e che aiutano nel processo creativo. E così Ariele è la trottola che Salta, Flora Luna quella che brilla di notte, Soledad quella magnifica coi mandala, e così via. Oltre alle trottole ci sono i giochi, inventati per stare insieme e divertirsi.

immagini fornite da Alberto Segale