Caro visitatore affezionato di Piante e Animali Perduti, ci rivolgiamo simbolicamente a Te perché con la tua presenza in tutti questi anni hai contribuito alla crescita di una delle manifestazioni più apprezzate d’Italia.

Per i problemi che ben conosci quest’anno 2020 Piante e Animali Perduti non potrà avere luogo. Le normative che impongono ben precisi distanziamenti non possono essere applicate a manifestazioni come la nostra che ospita decine di migliaia di persone in due giorni. Non senza snaturarne il modulo che è stato così apprezzato a partire dalla fine degli anni Novanta.

Anche se si svolge in gran parte all’aperto, lungo le vie e piazze di Guastalla, è la forza stessa di Piante e Animali Perduti a comportare grande afflusso e punti con alta densità di pubblico. Né sarebbe possibile aprire le porte della manifestazione a un numero chiuso di visitatori.

Per questi e molti altri motivi, tra cui l’ordinanza del Comune di Guastalla su questo tema, abbiamo deciso di puntare sull’edizione 2021, che sarà ancor più ricca di novità e sarà soprattutto un’edizione dedicata alla rinascita dello stare insieme e del gustare con gli occhi e il palato le bellezze agroalimentari, florovivaistiche e artigiane che Piante e Animali Perduti offrirà sempre di più.

L’anno di pausa ci consentirà, quindi, di mettere a punto nuove iniziative e ripartire con ancora maggiore energia per un’edizione 2021 che sappiamo fin d’ora sarà memorabile e alla quale sei inviato.

Conta su di noi, il coronavirus passerà ma Piante e Animali Perduti resterà un appuntamento irrinunciabile per tanti anni ancora.