Piante e Animali Perduti 2018 da record

Piante e Animali Perduti 2018 si chiude con un bilancio straordinariamente positivo. Da record!

Non solo per i visitatori che complessivamente hanno superato di slancio la soglia dei 50.000 ma anche per le condizioni climatiche di entrambe le giornate che, alle porte dell’autunno, hanno saputo garantire temperature ideali a chi ha seguito l’itinerario della mostra mercato ma anche agli espositori.

Un’edizione da ricordare, quindi, che ha battuto tutti i primati. Il sole ha permesso a fiori e piante da frutto di dare il massimo di sé mentre chi si fermava a chiacchierare ha potuto farlo con tranquillità, in pieno stile Piante e Animali Perduti, una manifestazione che va gustata senza fretta, secondo i ritmi della natura e del piacere di stare assieme. Come una volta.

Una manifestazione di livello nazionale

Piante e Animali Perduti 2018 ha confermato la sua dimensione nazionale con espositori e visitatori da ogni regione d’Italia quando non dall’estero. Il gradimento raccolto all’Info Point sul livello dei prodotti esposti è stato davvero notevole ed è in linea con le passate edizioni, quindi con un trend di livello molto alto.

Anche i premiati dalle giurie hanno davvero espresso quel qualcosa in più, quel tocco di classe che merita l’evento di fine settembre a Guastalla. Complimenti a loro per aver saputo cogliere il senso di questo grande incontro.

Ingresso gratuito fino a 12 anni e rimborso biglietto!

Con la nuova norma che ha offerto l’ingresso gratuito ai bambini fino ai 12 anni le famiglie hanno avuto una bellissima sorpresa permettendo a Piante e Animali Perduti di aumentare ancora la componente di bambini e ragazzi che la distingue da sempre affollando i padiglioni degli animali e dei giochi antichi. Con numeri ancor più alti degli altri anni.

Enrico Santini, di Associazione Guastallese Gemellaggi ed Eventi che organizza Piante e Animali Perduti esprime soddisfazione per l’dea che sta dietro alcune attrazioni tra le più apprezzate: “la pigiatura dell’uva all’antica, la cottura del mosto, la cottura del latte fino alla produzione della forma di Parmigiano reggiano sono solo alcune esperienze che i bambini, i ragazzi e anche gli adulti possono fare tutte assieme a Guastalla l’ultimo fine settimana di settembre. Imparare tecniche, usanze, tradizioni ha un sicuro valore culturale e vedere come le nuove generazioni assimilino dal vivo questi gesti antichi è una soddisfazione impagabile.”

Anche l’operazione Visita Gratis con il rimborso del biglietto in base agli acquisti ha avuto un generale consenso e un indubbio vantaggio. Una novità assoluta che ha già funzionato e che funzionerà ancor meglio dopo questo rodaggio da prima edizione.

Una manifestazione di questo livello, giunta alla edizione numero 22 comporta capacità organizzative di tutto rispetto e quest’anno si è voluto alzare l’asta del livello sicurezza con un’ulteriore stretta sulle norme esistenti. 50.000 persone presenti su due giorni e distribuite su 3 chilometri di vie nel cuore del centro storico di una cittadina di impianto rinascimentale sono una bella sfida. Riuscita in pieno.

Visite al palazzo ducale e a Guastalla oltre ogni aspettativa!

Guastalla non solo ha saputo reggere l’onda di presenze ma ha offerto parte del meglio di sé. Nonostante alcuni edifici storici e chiese siano ancora chiusi dopo il terremoto, il palazzo ducale è stato letteralmente preso d’assalto con una richiesta di visite guidate offerte dal personale dell’Ufficio Turistico che non ha precedenti. Le sale del palazzo e la quadreria da poco inaugurata al suo interno hanno regalato emozioni raccolte nei commenti entusiastici dei tantissimi visitatori. Talmente abbondanti che il numero delle visite pianificate è saltato per eccesso di presenze obbligando le guide a un surplus, molto gradito, di lavoro.

E per i palati fini degli amanti delle curiosità c’è stato un ottimo riscontro alle visite guidate da Fiorello Tagliavini alla ricerca di luoghi di Guastalla che nemmeno i guastallesi conoscono.

 

Un grazie va a tutti coloro che hanno contribuito a questo successo 2018 di Piante e Animali Perduti, ai moltissimi volontari impegnati a vario livello, a tutte le associazioni attive e a tutti coloro che hanno scelto Guastalla per un fine settimana diverso, emozionante e appagante.

Forse ti potrebbero interessare

Guarda il programma 2018 !Clicca qui