Le giurie

Piante e Animali Perduti con gli anni è cresciuta diventando una delle principali manifestazioni di settore in Italia. Proprio quando si cresce occorre valutare e dare precisi indirizzi. Per questo motivo l’organizzazione dell’evento da anni ha creato un sistema di valutazione che fotografa la situazione degli espositori e il livello raggiunto in ogni edizione.

Si tratta del lavoro di tre giurie divise tra le anime pulsanti di Piante e Animali Perduti ovvero Mondo Verde, I Piaceri del palato, Artigianato e Fantasia.

Tre gruppi di esperti, assieme a selezionati appassionati cultori dei tre specifici ambiti, compongono le cosiddette giurie di qualità. Il compito è quello di visitare TUTTI gli espositori della manifestazione, nessuno escluso, e farsi un’idea delle proposte commerciali.

 

Alla ricerca dell’eccellenza

Ovviamente i tre settori sono molto diversi tra loro e i criteri di giudizio non possono essere gli stessi. Tuttavia la logica che muove le giurie è sempre la medesima: la ricerca dell’eccellenza.

Gli espositori presenti l’ultimo fine settimana di settembre a Guastalla sono analizzati con la lente di ingrandimento e i parametri presi in considerazione sono, solo per fare alcuni esempi:

– l’originalità degli articoli esposti e quindi la loro rarità o difficile reperibilità sul mercato

– il gusto e la creatività nell’esposizione

– la soddisfazione organolettica (enogastronomia)

– la ricerca e/o selezione che sta dietro la creazione di un prodotto, sia vegetale, che alimentare che artigianale pensato per altri utilizzi

– la disponibilità e cordialità dell’espositore

– la profonda conoscenza di ciò che propone

E’ chiaro a tutti come passare questi filtri significa scremare davvero il top della qualità dei prodotti e degli stessi espositori. La giuria di settore stila un commento per ognuno e, alla fine, darà un voto che tiene in considerazione tutti i fattori di cui sopra. Alla fine del percorso di verifica attraverso le vie di Guastalla le giurie si riuniscono per selezionare i vincitori cui assegnare il podio, quindi primo, secondo e terzo. A questi sono aggiunti altri che meritano comunque una menzione per la professionalità dimostrata.

I vincitori poi saranno premiati dal Sindaco di Guastalla e da alcuni componenti le giurie nella giornata di domenica con la consegna del diploma di merito e della coccarda che andrà appuntata allo stand per indicare a tutti i visitatori chi siano i migliori espositori di Piante e Animali Perduti.

 

Le giurie di qualità di Piante e Animali Perduti

Quello che pare un lavoro semplice in verità impegna i membri delle giurie, tutti volontari selezionati dall’organizzazione, per parecchie ore. Tempo prezioso che queste persone donano a Piante e Animali Perduti e per il quale li ringraziamo. Se l’evento di Guastalla cresce di livello ogni anno è anche merito loro.

Per le prossime edizioni si sta studiando un sistema di privilegi e di trattamenti riservati solo agli espositori vincenti i premi di categoria. Perché non prepararsi già da quest’anno puntando a dare il massimo?

In bocca al lupo!

 

Guarda il programma 2018 !Clicca qui