L’edizione 2018 di Piante e Animali Perduti ha fatto segnare ancora una volta il gradimento del pubblico circa la qualità dei prodotti esposti, sempre di alto livello. Ogni anno le giurie sono al lavoro per garantire questa soddisfazione selezionando i migliori produttori dei vari settori. A loro va buona parte del merito e i ringraziamenti dell’organizzazione.

Vediamo quindi di seguito i vincitori divisi nelle tre grandi categorie, di cui la maggior parte con foto ricordo della premiazione dalle mani del sindaco di Guastalla Dr.sa Camilla Verona.

 

Mondo Verde

Primo Premio

Vivai Belfiore

per la proposta della pianta del fico, per i suoi frutti e come pianta paesaggistica legata alla tradizione contadina.

piante e animali perduti 2018

Secondo Premio

Happy Plant

una pianta che può raccontare una storia dal vaso al piatto.

Terzo Premio

Zucche & Co

per aver riportato all’interno della manifestazione lo spirito originale.

Menzioni Speciali

Floricoltura Billo

per la riproposta del garofano come pianta da orto al confine del giardino e da taglio

 

Cactis

per la proposta di una gamma di succulente capaci di resistere al freddo

 

Peccato Vegetale

per l’allestimento ritmato dalla presenza di leucosceptrum japonicum “golden angel”.

 

Sassi Silvano

per la passione e l’attaccamento alla manifestazione.

 

Artigiani e fantasia

Primo Premio

Aspetta e Vedrai

creazione di gioielli da parti decorate di vecchie ceramiche; originalità e passione della giovane coppia.

Secondo premio

Cosmetical Project 

professionalità; ottima qualità artigianale di prodotti naturali per il corpo.

Terzo premio

Terre di Amola

mulini a pietra per la macinatura dei cereali; cura nell’esposizione; valorizzazione di una tecnica antica ad uso domestico; recupero semenze di tradizione;

Menzioni speciali

Lasagni Massimiliano

passione per i minerali e formazione didattica per le scuole; comunicazione e tecnologia.

 

Pavan Veronica

originalità di un artigianato raffinato.

 

Mariani Rino

autenticità della propria sapienza artigianale, rende presente la memoria, conosce il territorio e il ciclo delle piante.

 

I piaceri del palato – enogastronomia

Primo premio

Forno Stria – Reggio Emilia

giovani; originalità nella trasformazione di grani antichi in prodotti tradizionali e innovativi; proposta di prodotti senza zuccheri; buona presentazione.

Secondo premio

Varo – Carpineti

riscoperta di varietà antiche di frutta per la produzione artigianale di prodotti tradizionali del territorio (savurett).

Terzo premio

Agriturismo Ca’ Versa – Oltrepò pavese

conduzione familiare, coltivazione e trasformazione di frutta e verdura; produzione di confetture creme composte in cui sono abbinati frutta e verdure

Menzioni speciali

Antico Frantoio Turchi

produttore di olio extravergine di oliva e derivati della zona di Forlì; due tipologie di olive; ottima qualità di prodotto; bella ed elegante presentazione.

 

Tenti Luca

produttori e trasformatori di visciole; produzione con le visciole di confetture, marmellate, vino e grappa.

 

Asinolesto – Bari

varietà e originalità del prodotto; cura della grafica e della presentazione del prodotto.

 

Un sentito grazie e complimenti a tutti con un arrivederci a Guastalla per l’edizione 2019 di Piante e Animali Perduti.

 

Forse ti potrebbero interessare

Guarda il programma 2018 !Clicca qui